Le Sale del Re in Galleria

Featured

Cuore e salotto cittadino, questa via coperta da un cielo di vetro fa assaporare magiche atmosfere

una pellicola preziosa che lascia intravedere le impronte dei grandi.

Advertisements

Grace & Kelly

Tags

, , ,

Nasce con la fondazione della maison Hermès come borsa porta sella per i cavalieri che partecipavano alle battute di caccia.

Nel 1930 la maison decise di farne una borsa da donna riducendone il formato.
Negli anni ’50, questa borsa dall’inconfondibile chiusura a battente con “serratura”, è già uno dei successi della casa.

Grace Kelly compare sulla rivista “Life” con al braccio la borsa che da quel momento si chiamerà “Kelly” e diventerà un oggetto di culto.

Destino avverso

Tags

, , , , ,

Storia controversa quella della Galleria e del suo artefice sin dai suoi albori…

il senso di inadeguatezza e la grandezza spropositata dell’opera resero l’animo del Mengoni inquieto ed agitato sino ad una settimana prima dell’inaugurazione del proprio capolavoro

“Vorrei che la cupola della galleria e l’arco mi crollassero addosso e mi schiacciassero”

così Mengoni si arrampicò sui ponteggi per controllare un ornamento  della volta della galleria , e cadde nel vuoto. Con questo sigillo di sangue venne consacrata la sua impresa all’eternità

“con il sacrificio della sua vita, Mengoni assicurò la riappacificazione tra i milanesi e la sua opera”

Collier de Chien

Tags

, ,

Recente passione delle fashion editors, richiestissimo soprattutto nella sua versione in pelle con hardware in palladio placcato oro o argento, il bracciale collier de chien è diventato una segno distintivo della Maison Hermes.

Le caratteristiche piramidi del bracciale sono ormai diventate iconici simboli del marchio, riprese da cinture, pochette ed altri monili.

Speedy Bag

Tags

,

Creato negli anni Trenta, il mitico baulettoSpeedy ha conquistato a pieno titolo il nome di It-bag.

Il nome “Speedy” venne scelto da Louis Vuitton in onore dei globe-trotter, nome che si riferiva a tutte quelle persone che negli anni Trenta iniziavano a viaggiare abitualmente da una parte all’altra del mondo.

Inizialmente è stata realizzata in tela di cotone marrone, mentre la versione che conosciamo oggi, in tela Monogram, è stata lanciata solo nel 1959.

Arengario

Tags

, , ,

Situato in piaza Duomo, fu costruito negli anni cinquanta su progetto degli architetti PortaluppiMuzio, Magistretti e Griffini, e decorato in facciata con i bassorilievi di Arturo Martini.

Vincitore del concorso del 1937, il progetto per l’Arengario concluse il processo di rinnovamento urbanistico del centro di Milano, impostato dall’architetto Giuseppe Mengoni che aveva impresso un carattere monumentale all’area attorno al Duomo.

L’Arengario fu infatti costruito dopo la demolizione della Manica Lunga di Palazzo Reale concludendo l’intervento di realizzazione della nuova piazza Diaz.

Dopo un periodo di abbandono, dopo la guerra, negli anni ’50 fu ristrutturato ed oggi ospita il Museo del Novecento.

Diamonds are…

Tags

, ,

A kiss on the hand may be quite continental
But diamonds are a girl’s best friend
A kiss may be grand… but it won’t pay the rental on your humble flat
Or help you at the automat
Men grow cold as girls grow old
And we all lose our charms in the end
But square cut or pear shape these rocks don’t lose their shape

Diamonds are a girl’s best friend.

Carré Hermes

Tags

, , ,

Una storia che inizia nel 1937, quando Emile Maurice Hermès crea il carré di seta 90×90 ispirato al “mouchoir de cou”, il fazzoletto da collo indossato dai soldati, per dar vita ad un accessorio di abbigliamento femminile testimone di storia e storie, ovvero del mito dell’ Impero napoleonico.

 Ancora, il foulard “Paris modiste”, che riporta i cappellini delle signore dei primi anni dell’ottocento, e “Les robes”, che raffigura i cavalli di rango imperiale che solo Bonaparte poteva cavalcare.

Oggi, il foulard Hermes è un oggetto del desiderio, la cui lavorazione ripercorre processi ormai impensabili: dieci modelli per stagione creati da cinquanta artisti, una serigrafia per colore, colorazione, stampaggio, ed infine un sontuoso bagno di vapore per rendere il prodotto morbido al tatto.

Bordi cuciti rigorosamente a mano.

Pinacoteca Ambrosiana

Tags

, , ,

La Pinacoteca Ambrosiana, realizzata su richiesta di Federico Borromeo, fu completata nel 1618, quando il cardinale volle aprire al pubblico la propria collezione d’arte.

Ospita opere di grandi artisti come Leonardo da Vinci, Luini, Tiziano, Caravaggio, Brueghel e Raffaello, del quale è esposto il grande cartone raffigurante la Scuola d’Atene.

Danneggiata dai bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale, la Pinacoteca è stata restaurata e così ancora oggi è possibile ammirare La canestra di fruttadel Caravaggio, il Ritratto di dama di Giovanni Ambrogio De Predis, la Madonna del padiglione del Botticelli, nonché l’unico dipinto su tavola di Leonardo presente a Milano, il Musico.

Sabrina

Tags

, , , ,

Splendida icona cinematografica, Audrey Hepburn incarna raffinatezza ed eleganza, interpretando ogni mise con stile impeccabile.

il 1954 è l’anno di “Sabrina”, il film diretto da Billy Wilder, interpretato da Audrey con Humphrey Bogart e William Holden.

La pellicola segna il trionfo dell’opera di Hubert de Givenchy, che raggiunge la sua massima espressione con il famoso abito bianco e nero.